“Diario inquieto di un’insegnante precaria” di Mari Albanese e Maria Grazia Maggio

PALERMO – Presentazione del libro “Diario inquieto di un’insegnante precaria” (Navarra Editore), scritto a quattro mani – Mari Albanese e Maria Grazia Maggio

Tecla il personaggio di Mari Albanese, costretta a lasciare la sua città e tutto, da un giorno all’altro e.. partire. Arrivando in una nuova città… non conosce nulla e nessuno. Insegnante di filosofia, Tecla parla di precariato che riguarda la sua storia, e quella di tanti uomini e donne. Questo è un Libro di speranza dove “Ho’oponopon” personaggio di Maria Grazia Maggio, e protagonista del diario narrante, incontra la sensibilità di Tecla. Un’insieme di racconti… Che tracciano una rotta verso gli argomenti della vita….

VIDEO

Produzione Medianewsweb

Servizio di Patrizian Gangi – Antonio Scarcella