“Il buccellato della nonna”

Rubrica culinaria ” SAPORI e TRADIZIONI” a cura di ROSARIO PICONE

L’ho voluto chiamare così  – dice lo chef  Picone –  perché è la ricetta delle nostre nonne..

La tradizione siciliana inaugura con  questo dolce, l’inizio delle feste e viene preparato proprio nel giorno dedicato all’Immacolata, l’8 dicembre e non solo.

Il suo nome deriva dal latino “buccellatum”, cioè un pane a forma di ciambella che gli antichi Romani preparavano nei periodi di festa.

 

INGREDIENTI (per un buccellato per 10 persone)

Per la pasta frolla

Farina 00 320 gr 

UOVA 2 

Burro 140 gr 

Zucchero semolato 100 gr

 

PER IL RIPIENO

Fichi secchi 500 gr

Uvetta 125 gr 

Noci 150 gr 

Cacao amaro 20 g

Ciccolatto fondente 150 gr

Marmellata arancia 300 gr 

 

PER DECORARE

Miele 150gr

Canditi di frutta

 100 gr

 

 

Procedimento:

Preparate la frolla. In una ciotola capiente mettete la farina, lo zucchero e il burro e iniziate ad impastare. Dopo pochi minuti aggiungete le uova e finite di lavorare velocemente in modo che il burro non si surriscaldi eccessivamente. Una volta ottenuto un impasto liscio e omogeneo copritelo con la pellicola e mettetelo a riposare in frigorifero per almeno 40 minuti.
Preparate il composto per il ripieno. Tritate i fichi, le noci e l’uvetta. Uniteli in una ciotola e mescolate per bene. Aggiungete le gocce di cioccolato e i due cucchiai di cacao amaro. Per ultima aggiungete la marmellata di arance e amalgamate per bene e lasciate da parte fino a che la frolla non sarà pronta.

Potresti aver perso…